FANDOM


Carriera Arbitrale Modifica

Livello Uno Nazionale Italiano Modifica

Colore: Verde.

Per accedere al Primo Livello Nazionale occorre superare un esame teorico sulle regole base del gioco e sulle situazioni piu' comuni durante tornei e manifestazioni di Touch Rugby in tutta Italia.

Gli Arbitri ufficiali di Primo Livello vengono chiamati a partecipare a Tornei e Manifestazioni dalla Commissione Arbitrale della Lega italiana Touch Rugby.


Livello Due Nazionale Italiano Modifica

Colore: Bianco.

Per accedere al Secondo Livello un arbitro di Primo Livello deve aver fatto richiesta o essere stato notato per la nomina.

Deve sostenere test fisici e teorici sulla conoscenza delle regole;

Deve avere un'esperienza di almeno 12 tornei documentata da arbitro di livello superiore o dai vari direttori di torneo;

Dal secondo livello e' possibile istruire nuovi arbitri coordinati dalla Commissione Arbitrale della Lega Italiana Touch Rugby.


Livello Tre Nazionale Italiano Modifica

Colore: Rosso.

Gli Arbitri di secondo livello che aspirano a questa carica devono partecipare ai corsi internazionali organizzati dalla F.I.T. per guadagnare almeno il primo livello F.I.T.

Devono avere un'esperienza pari ad almeno 30 tornei arbitrati da secondo livello.

Devono passare i test fisici organizzati dalla Lega Italiana Touch Rugby.


Caratteristiche Arbitrali Modifica

Le caratteristiche di un Arbitro di Touch Rugby

1. Senso della posizione - l'arbitro deve essere una presenza discreta ma efficace in una partita di Touch Rugby. Deve poter valutare bene il gioco senza intralciarlo.

2. Capacità decisionale - l'arbitro e' unico giudice di quanto avviene in campo, deve saper gestire situazione nuove ed imprevedibili in pochi istanti.

3. Memoria - sembra facile ricordarsi tutte le regole ma e' sempre meglio ripassare per evitare brutte figure.

4. Apertura mentale - in mancanza di giudici di linea l'arbitro deve spesso far riferimento ai giocatori per dirimere situazioni di gioco che non ha potuto seguire.

5. Pazienza - La pazienza e' la virtu' dei forti e per gli arbitri e' uno strumento di lavoro che va allenamento e mantenuto anche in presenza di forte pressione da parte delle squadre.

6. Autorità - l'arbitro deve tenere un comportamento irreprensibile durante lo svolgimento delle proprie funzioni. In quanto riferimento per i giocatori la sua autorita' non deve mai essere in discussione.

7. Dialettica - nel Touch Rugby e' importante il dialogo fra arbitro e giocatori per stabilire un rapporto di cortesia e per spiegare il gioco ai neofiti.

8. Umiltà - niente inutili e dannosi protagonismi, l'arbitro di touch rugby deve ammettere i propri errori e portare la propria esperienza senza farla pesare agli altri.